Quando utilizzare le calze a compressione graduata

Quando utilizzare le calze a compressione graduata

- Categoria: Calze e calzature

Le calze a compressione graduata sono progettate per supportare la circolazione sanguigna, prevenendo numerosi disturbi venosi.

Sono calze elastiche che esercitano diversi gradi di compressione sulla gamba per favorire il ritorno circolatorio del flusso sanguigno dalle estremità degli arti al cuore (dal basso verso l’alto), migliorando anche l’ossigenazione dei muscoli. 

La compressione esercitata da queste calze è più intensa sul piede e sulle caviglie, andando via via a ridursi sul ginocchio e sulle cosce. Questa compressione graduata sulle gambe ha gli effetti di un micromassaggio e aiuta a prevenire il ristagno dei liquidi, la comparsa di vene varicose o dei più temuti trombi.

Le tipologie di calze a compressione graduata

In commercio si trovano diverse tipologie di calze elastiche. È il medico ad indicarvi e consigliarvi il tipo di calza più adatta alle vostre esigenze. In generale, le calze a compressione graduata si suddividono per tipo di utilizzo, per grado di compressione e per forma.

In base alle necessità specifiche individuate dal medico curante, potrebbero essere indicate:

[Se volete maggiori informazioni sull’impiego delle calze preventive antitrombosi, vi invitiamo a leggere anche il nostro articolo “Le calze antitrombo: a cosa servono, come sceglierle e quando utilizzarle" cliccando qui."]

  • Calze elastiche preventive da riposo, da indossare quotidianamente in particolari situazioni di necessità
  • Calze elastiche sportive, indicate nella pratica di alcuni sport per favorire la circolazione e l’ossigenazione muscolare

Ognuna di queste tipologie di calze si differenzia ulteriormente per classi di compressione, ossia per grado di intensità con cui avvolgono le gambe. 

Inoltre, le calze elastiche a compressione graduata si variano nella forma del modello, cioè possono essere:

  • calze gambaletto (dal piede al ginocchio)
  • calze alla coscia o monocollant (simili a delle autoreggenti, possono essere impiegate anche su una sola gamba, in base alle indicazioni del terapeuta)
  • calze collant (dai piedi all’ombelico)

Tutte le tipologie sono disponibili in commercio sia da uomo che da donna.

I benefici delle calze a compressione graduata

Le calze elastiche a compressione graduata esercitano una pressione sulle gambe di forza decrescente dalle caviglie alle cosce. In questo modo la calza elastica compressiva favorisce la circolazione sanguigna e apporta una serie di benefici a chi le indossa, come:

  • supportare la circolazione del flusso sanguigno verso il cuore
  • favorire l’ossigenazione dei muscoli
  • contrastare il ristagno dei liquidi
  • ridurre il gonfiore
  • contrastare la formazione di vene varicose e di altri disturbi venosi
  • prevenire la formazione di trombi e di trombosi venosa profonda (compito svolto in particolare dalle calze anti-trombo per i pazienti post-operatori e allettati) 

Rivolgetevi sempre al medico per la scelta della calza più adatta alle vostre esigenze. Chiedete consiglio allo specialista, perché la scelta sbagliata della calza potrebbe essere addirittura controproducente, soprattutto se soffrite di patologie alle arterie o di diabete.

Alcuni consigli per indossare e conservare le calze elastiche

Indossare le calze a compressione graduata potrebbe non essere affatto semplice, soprattutto se siete una donna in gravidanza con l’ingombro del pancione. Ma le difficoltà sono comuni a molti, al punto che in commercio è possibile trovare diversi ausili appositamente pensati per aiutare le persone a indossare e calze elastiche, noti come infilacalze.

Una volta indossate, assicuratevi che le calze siano nella posizione corretta, senza presentare pieghe o senza tirarle eccessivamente, in modo che la compressione sia ben posizionata sulle diverse aree di interesse della gamba.

Prestate attenzione alle unghie o ai gioielli quando le indossate, pur essendo solitamente più resistenti dei classici collant, anche queste calze potrebbero danneggiarsi.

Per prolungare la durata delle calze elastiche, vi consigliamo di lavarle delicatamente a mano e di non strizzarle. Meglio lasciarle asciugare orizzontalmente senza appenderle e senza utilizzare l’asciugatrice.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo non sono consigli medici e hanno carattere esclusivamente divulgativo. Tali informazioni non intendono sostituire il rapporto tra medico, o professionista sanitario, e paziente. Vi invitiamo a rivolgervi sempre al vostro medico di fiducia e/o allo specialista per la prescrizione di farmaci e/o terapie specifiche.

Articoli in relazione

Condividi

Aggiungi un commento

Product added to wishlist
Product added to compare.