Cause e soluzioni per l’incontinenza urinaria

Cause e soluzioni per l’incontinenza urinaria

- Categoria: Incontinenza urinaria

L’incontinenza urinaria è la perdita involontaria di urina, spesso avviene in modo inaspettato e si realizza in un momento diverso da quello della minzione.

Può colpire uomini e donne, ma l’incontinenza femminile è più frequente per ragioni anatomiche. 

È un disturbo piuttosto diffuso, che interessa tutte le fasce di età. Si calcola che ne soffra circa il 30-40% delle donne dopo i 40 anni, ma i dati sulla diffusione dell’incontinenza urinaria sono ampiamente sottostimati, perché non se ne parla molto e spesso i pazienti sono reticenti a parlarne persino con il proprio medico. L’incontinenza può creare grandi disagi a chi ne soffre, influenzando negativamente il proprio benessere, soprattutto a livello psichico e relazionale. 

Tipologie di incontinenza

A seconda delle cause e dei sintomi ad esse connessi, l’incontinenza urinaria si può presentare in quattro forme diverse:

  • Incontinenza da sforzo: è la perdita involontaria di urina in conseguenza di un’aumentata pressione a livello addominale e ad un’incapacità sfinterica di resistere allo sforzo (come tossire, alzare un peso, ridere o starnutire). Si suddivide in tre gradi di afflizione e interessa soprattutto le donne.

  • Incontinenza da urgenza: è la perdita involontaria di urina associata all’impellente necessità di andare in bagno, prima o dopo la minzione. La vescica si contrae continuamente, portando il soggetto che soffre di questo tipo di incontinenza, a frequenti minzioni, seppur poco abbondanti. Questa tipologia può essere causata da diversi fattori, tra cui: infezioni del tratto urogenitale (cistiti), disturbi intestinali, sostanze irritanti, invecchiamento, problemi del sistema nervoso centrale (sclerosi multipla, Parkinson, e altre patologie), ansia, vescica iperattiva.

TENA SILHOUETTE, vita bassa o vita alta, sono mutandine assorbenti, specifiche per l’incontinenza urinaria, comode e discrete grazie all’aspetto e alla funzionalità della biancheria intima, con in più l’elevata capacità assorbente e il controllo degli odori, per tornare a ridere senza preoccupazioni.  

  • Incontinenza mista: è così definita la perdita di urina involontaria in cui coesistono le caratteristiche tipiche dell’incontinenza da sforzo e d’urgenza 

  • Incontinenza da rigurgito: più frequente negli uomini, è causata da una vescica meno attiva, che si riempie in modo eccessivo e non si svuota mai completamente. L’incontinenza da rigurgito si verifica a causa di un ostacolo nell’uretra che impedisce il completo svuotamento della vescica, aumentando la pressione sullo sfintere che, non riuscendo più a resistere, lascia fuoriuscire piccole quantità di urina.

TENA MAN protezione assorbente è sottile e discreto: un ausilio progettato appositamente per l’anatomia maschile che offre un assorbimento rapido e un’elevata protezione da gocce di urina, cattivi odori e sensazione di bagnato, in qualunque situazione. 

I sintomi dell’incontinenza urinaria

L’incontinenza urinaria è definita dalla International Continence Society come una condizione che si instaura con perdite involontarie di urina, tali da creare un grave disagio fisico e sociale. I sintomi più comuni sono: 

  • Perdita accidentale di urina in seguito a colpi di tosse, risate, starnuti e sforzi fisici (come salire le scale o sollevare pesi)
  • Risvegli notturni per il desiderio di urinare
  • Ipersensibilità al rumore o alla vista dell’acqua che scorre che causa un’impellente necessità di andare in bagno
  • Improvviso e urgente bisogno di urinare
  • Avvertire dolore o fastidio durante la minzione

Le cause più frequenti dell’incontinenza urinaria

L’incontinenza urinaria può presentarsi in conseguenza di diversi fattori (ordinari o cronici) che si differenziano soprattutto in base al sesso di chi ne soffre. Se per gli uomini, la causa principale è da ricondursi a problemi legati alla prostata, nelle donne sono riscontrabili numerose concause, come gravidanza e cambiamenti dell’apparato riproduttivo legati all’età e allo sviluppo.

Gli altri principali fattori che concorrono ad aumentare l’incidenza dell’incontinenza sono:

  • Parto
  • Menopausa
  • Diabete
  • Obesità
  • Patologie delle vie urinarie
  • Problemi neurologici e cognitivi
  • Patologie cardiovascolari
  • Tumori

Nel caso si soffra di perdite involontarie di urina è consigliabile rivolgersi, senza alcuna vergogna, al proprio medico curante o ad uno specialista dell’apparato urogenitale per una diagnosi precisa.

Esercitare il pavimento pelvico

Per contrastare l’incontinenza da stress e l’incontinenza d’urgenza è spesso utile effettuare degli esercizi per rafforzare lo sfintere urinario e i muscoli del pavimento pelvico, che servono a mantenere in posizione gli organi interni, vescica compresa. 

Gli esercizi di Kegel sono i più noti a questo scopo. Discreti e semplici da eseguire in ogni situazione (anche sull’autobus!), questi esercizi aiuteranno a rinforzare la muscolatura del vostro pavimento pelvico e a limitare le perdite improvvise di urina.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo non sono consigli medici e hanno carattere esclusivamente divulgativo. Tali informazioni non intendono sostituire il rapporto tra medico, o professionista sanitario, e paziente. Vi invitiamo a rivolgervi sempre al vostro medico di fiducia e/o allo specialista per la prescrizione di farmaci e/o terapie specifiche.

Articoli in relazione

Condividi

Aggiungi un commento

Product added to wishlist
Product added to compare.